Google Destinazioni come organizzare un viaggio fai da te

Google Destinazioni come organizzare un viaggio fai da te

Google ha rilasciato fresca fresca la sua novità sulle destinazioni e noi, appassionati di viaggi compulsivi, potevamo forse non provarla e testarla immediatamente?

Ma partiamo dall’inizio. La nuova funzione di Google promette di aiutare la pianificazione dei viaggi in maniera rapida ed immediata come solo i grandi colossi sanno fare, per le ricerche effettuate dai dispositivi mobili.

Cercare informazioni di viaggio in viaggio

Tutti noi sappiamo bene cosa significa impazzire per cercare in viaggio, con connessioni limitate, con pochissimo tempo a disposizione e dai nostri smartphone le informazioni che ci servono in quel momento, in quel posto e molto in fretta.

Quando c’è un problema c’è sempre una soluzione e Google ci ha pensato. D’ora in avanti sarà sufficiente cercare su Google il paese (o addirittura il continente) che ci interessa e poi aggiungere la parola “destinazioni“.

Google Destinazioni come organizzare un viaggio fai da te

Si aprirà un mondo. Il sistema si propone di rispondere alle infinite domande che ci si pone per pianificare un viaggio? Qual è la meta più interessante? Quando conviene partire? Quanto può costare? Come fluttua il prezzo degli hotel nel corso dell’anno? Quali sono le attrazioni più interessanti da visitare? Quali i voli per raggiungere la destinazione? … e molto altro ancora.

Il sistema permette di scegliere e trovare le attrazioni da visitare, foto della destinazione, costo dei voli e costo degli hotel, temperature e clima durante tutto l’anno.

Comincia il nostro test utilizzando un Iphone 6s da 128 MB e digitando molto semplicemente, vista la mia voglia di nord, “Norvegia destinazioni”.

La navigazione è veloce e pratica e la user experience al top, su questo Google Destinazioni come organizzare un viaggio in fai da te, batte sempre tutti!

Oslo e Bergen la fanno immediatamente da padrone ma scorrendo si trovano molte altre città. Le destinazioni vengono descritte con 5 parole/tag che a volte le identificano molto bene dal punto di vista turistico, altre volte molto meno.


Google Destinazioni come organizzare un viaggio fai da te in Norvegia

Attrazioni ed itinerari

Sono davvero tante le città indicate sia per la Norvegia che per altri paesi magari meno conosciuti come il Nepal. E’ un ottimo sistema per cercare e capire a colpo d’occhio quali sono le principali località ed attrazioni che meritano di essere visitate in quel determinato luogo.

Molto molto pratico ed utilissimo quando una destinazione non è ancora nella nostra testa o stiamo semplicemente sognando il prossimo viaggio durante uno spostamento in treno o un’attesa in fila.

Selezioniamo le Svalbard con Longyearbyen che riporta nella descrizione “orso polare, aurora polare (polare?), ghiacciaio, campeggio, industria mineraria.

Una descrizione di media lunghezza ci racconta un po’ del luogo. Molto interessante ed utile la sezione sottostante ‘Quando partire’ che riporta le temperature medie del luogo suddivise nei diversi mesi, le precipitazioni e la popolarità del luogo.

In pratica a colpo d’occhio si hanno subito tutte le informazioni relative al periodo migliore per andare (e quindi più costoso), al clima e al periodo migliore per trovare il low cost senza incorrere in stagioni delle piogge, monsoni o altro. Molto utile ed immediata.

Ogni destinazione ed attrazione presenta una serie di foto, basta scorrerle velocemente per capire di cosa si tratta e decidere se ci interessa o se passare alla voce successiva.

Ci vengono riportati a questo punto tutti i luoghi vicini da visitare. Creare i prossimi itinerari di viaggio sarà un vero divertimento ed un risparmio di tempo considerevole utilizzando sempre le stesse modalità.

Se siete interessati ad un itinerario in Norvegia, il metodo più veloce resta quello di leggere il mio post dedicato!

La sezione per i voli  permette di selezionare ed avere il colpo d’occhio su durata dei voli, numero di scali e costo dei voli. Stessa cosa accade per gli hotel dove i risultati presentati arrivano da Booking, Hotels.com, Expedia e tanti altri portali. Idem per i ristoranti.

Qui purtroppo la flessibilità diminuisce e l’impostazione dei filtri si fa meno precisa. Il vantaggio di questa sezione è però quello di avere immediatamente a portata di mano il prezzo della notte confrontato tra i principali motori di ricerca hotel con tanto di punteggio e recensioni.

Se si riscontrano errori è possibile suggerire una modifica. Questo fornisce al tutto margini di miglioramento davvero esponenziali.

Per ogni step è inoltre possibile selezionare in fondo allo schermo la possibilità di cercare quello specifico risultato sul web. Avviene in modo molto pratico con un click e senza digitare nulla.

Google Destinazioni come organizzare un viaggio fai da te

La sezione suggerita da Google utilizzando ricerche come “sciare in Norvegia” o “surf in Spagna” non siamo riusciti ad utilizzarle. Ci rimanda sempre alla classica ricerca sul web.

I risultati del sistema sono sempre in italiano e geolocalizzati. Anche digitando in modalità incognita “Norway destinations” il sistema rimanda ai risultati in italiano.

Questo ci fa pensare che agire sulla geolocalizzazione e modificare la propria posizione di navigazione possa portare a risultati diversi per quanto riguarda la restituzione dei costi di hotel e voli.

Non abbiamo proseguito con questo tipo di test in quanto i prezzi indicati sono ottimi per avere un’idea dei costi del viaggio in generale e del costo della vita nel luogo di destinazione, ma non consiglio di utilizzarlo per la ricerca e la scelta di voli e hotel.

I prezzi che riporta sono quelli standard e ‘normali’. E’ possibile scorrere l’andamento dei costi su un grafico diviso per mese e per giorni, ma un po’ come Google Flight, le offerte a pochi euro delle compagnie low cost, le offerte standard delle compagnie e soprattutto gli errori di prezzo non vengono restituiti.

google destinazioni come organizzare un viaggio fai da te norvegia

La filtrazione di hotel in base ai gusti, alle preferenze ed ai costi non risulta facile ed immediata come il resto.

Per voli ed hotel low cost il nostro consiglio è quello, almeno per il momento finché il sistema non sarà adeguatamente implementato, di utilizzare i classici consigli low cost che riportiamo nella Guida ai Viaggi Low Cost.

Il top del top di utilizzo

Avete un weekend in una capitale ottenuto acquistando il volo per pochi euro grazie ad un’offerta e non sapete cosa fare?

Digitate il nome della capitale o della città e in men che non si dica avrete davanti l’elenco di tutte le attrazioni su cui basterà cliccare per maggiori informazioni. Si aprirà la scheda di Google che riporta orari di apertura, sito web, numero di telefono. Ottimo anche il risparmio nel consumo dei dati che in movimento è spesso problematico.

Assolutamente perfetto!

cosa vedere in norvegia (4)

Info su Liliana Monticone

E-commerce per lavoro su www.avalonrelax.it e Family Travel Blogger per passione su www.blog.lilianamonticone.com
Questa voce è stata pubblicata in Consigli utili, Low cost. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Google Destinazioni come organizzare un viaggio fai da te

  1. Pingback: Google Trips per organizzare il viaggio. Mai stato così semplice!

Lascia un commento