In crociera alle Bahamas

in crociera alle Bahamas ingresso

Come ormai sapete durante la mia fantastica avventura in Florida sono stata anche in crociera alle Bahamas.

In crociera alle Bahamas

Alle Bahamas, oltre alle isole principali, ce ne sono tante in cui c’è praticamente solo spiaggia, mare e qualche casetta.

in crociera alle Bahamas tramonto

Le spiagge sono bellissime di sabbia bianchissima e con un’acqua limpida dove si può fare snorkeling nella barriera corallina.

Snorkeling alle Bahamas

A proposito di snorkeling, suggerimento utile: i mari sono sicuramente ricchissimi e la barriera corallina è tra le più belle al mondo, lo scempio dei mari è evidente anche al porto. Non organizzate però il vostro snorkeling da Freeport o da Nassau!

Lì vi porteranno molto vicino alla zona del porto, a prezzi esorbitanti, e vi faranno vedere un pezzo di barriera miserissima. Fate snorkeling solo nelle isole più sperdute e remote dove i fondali possono essere ammirati in tutta la loro bellezza.

in crociera alle Bahamas stelle marine

 

Noi siamo andati in crociera alle Bahamas con la Norvegian Cruise Line, partendo da Miami e prendendo al volo un’offerta decisamente low cost: pensate che il prezzo per 5 giorni di crociera alle Bahamas, tutto compreso, partiva da soli 100 euro a testa. Prezzi reali!

in crociera alle Bahamas piscina

La nave era bellissima e offriva tante piscine con altezze diverse e idromassaggi caldi.

La nostra nave alle Bahamas

Nonostante fosse gennaio le temperature erano molto alte, ma le vasche riscaldate permettevano di rilassarsi dentro anche alla sera e di notte, quando il ponte si svuotava ed era più bello godersi la nave.

A disposizione c’erano poi un campo da basket, uno da golf e altri giochi americani.

la nostra cabina in crociera alle bahamas

La nostra cabina era bellissima, aveva anche il balcone (visto il prezzo ridicolo della crociera, abbiamo scelto la cabina più bella!) su cui ci piaceva passare il tempo, noi tre da soli. Tutte le sere il personale mi faceva trovare degli animaletti molto carini, sempre diversi, realizzati con gli asciugamani.

C’era anche una playroom e una teenroom. Erano molto belle come spazi e cose da fare, ma essendo gennaio un mese un po’ fuori stagione, purtroppo tante attività non venivano svolte in quanto i ragazzi che partecipavano non erano tantissimi.

Per quanto riguarda il cibo la formula “free style” prevedeva un buffet, bibite incluse, disponibile 24 ore su 24.

A pagamento c’era la possibilità di mangiare in ristoranti più lussuosi.

in crociera alle Bahamas città vista dall'alto

Tutte le sere c’erano degli spettacoli diversi nel teatro della nave, alcuni davvero fantastici con costumi e performance molto particolari.

Una sera c’era un comico ed è stato particolarmente divertente per noi, anche se non riuscivamo a ridere sempre perché non capivamo tutto, oppure a volte ridevamo dopo tutti gli altri!

in crociera alle Bahamas barche

Tutti i giorni si sbarcava in un posto diverso.

Visitare le Bahamas

Il primo giorno siamo andati sull’isola privata della Norvegian Cruise Line, un posto pieno di comodità esattamente come la nave, anche se molto diversa dalle vere Bahamas che abbiamo visto nei giorni seguenti, dove purtroppo la povertà è molto evidente.

in crociera alle Bahamas Miami

Aveva una spiaggia bellissima, con lettini a disposizione e un mare davvero fantastico, dove si vedevano tanti pesci e anche qualche relitto. I colori con tutte le sfumature del blu sono la cosa che mi è restata più impressa.

in crociera alle Bahamas spiaggia

Il giorno seguente siamo sbarcati a Nassau e dopo aver fatto un giro nella città, siamo andati sulla spiaggia.

In questa città abbiamo toccato con mano il contrasto tra stra-lussuoso e turistico da un lato e molto povero dall’altro. Vedere queste due facce insieme a pochi metri di distanza fa davvero rabbrividire.

in crociera alle Bahamas hotel

Abbiamo poi visitato Freeport. La spiaggia qui non è vicinissima al porto e bisogna prendere il taxi per arrivarci.

in crociera alle Bahamas Freeport

Noi ne abbiamo scelta una poco distante, molto molto bella anche se quel giorno era ventosissimo e la sabbia così fine si infilava ovunque.

Dovevamo persino stare attenti a parlare da distesi sull’asciugamano, altrimenti entrava in bocca!

Ponte di comando e sala macchine

Durante un momento di lunga navigazione ho chiesto di poter visitare il ponte di comando. Scommetto che lo avevate già immaginato: è una cosa che chiedo sempre!

Vi ricordate quello della Norrona? E’ stato bellissimo poter vedere il panorama da quell’altezza.

in crociera alle Bahamas sala capitano

Ma la cosa che mi è piaciuta di più è stata andare a visitare la sala macchine.

in crociera alle Bahamas meccanici della nave

Abbiamo incontrato i responsabili che sono tutti Croati e ci hanno raccontato un po’ come funziona la nave dal punto di vista meccanico e come lavorano loro.

in crociera alle Bahamas motori della nave

Non sono però riuscita ad andare a vedere i motori veri e propri perché lo hanno ritenuto troppo pericoloso. Ho provato a dirgli che ero già stata in una sala macchine simile, ma non c’è stato verso!

Mi sono però accontenta di vederla dalle telecamere in sala controllo macchine.

È stata un’esperienza fantastica e mi sono divertita molto, però se devo dirla tutta, preferisco molto di più vacanze on the road e DIY!

In questo caso, con un po’ più di tempo a disposizione, avremmo tranquillamente potuto prenotare un volo con destinazione Nassau e poi muoverci in autonomia tra le isole organizzandoci dal sito dell’ente del turismo, per poterle esplorare con calma e visitarne almeno un po’.

Pazienza! Sarà per la prossima volta!

in crociera alle Bahamas valeria

Questa voce è stata pubblicata in America, Bahamas, Il mondo di Valeria e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento