Islanda low cost con Smyril Line a bordo della Norrona

L’Islanda low cost esiste. Per quanto difficile da trovare e solo per periodi molto limitati. Si può raggiungere questa destinazione splendida in modo economico. Seguite questi consigli.

Islanda low cost

Update delle offerte di marzo 2014 – Crociera con Smyril Line.

Sì, avete capito bene, 7 giorni di crociera a marzo 2014 che permetteranno di raggiungere prima le splendide Isole Faroe e poi l’Islanda, con auto propria imbarcata in cabina doppia con oblò, incluse 7 colazioni, drink di benvenuto, buffet al pomeriggio di dolci tipici e un buffet vichingo serale (io l’ho provato ed è esagerato!) al costo totale, tutto incluso, di soli 239 euro. Possibilità di partire anche in altre date a prezzi simili.

E’ un prezzo reale. Noi lo abbiamo testato l’anno scorso e l’offerta era ancora più alletante: 137 euro a testa. Ti assicuro comunque che anche 239 euro è davvero un prezzo conveniente!

islanda low cost norrona

E’ impossibile perdere un’offerta simile e soprattutto vi assicuro che nessuno sarà in grado di trovare un prezzo inferiore per raggiungere l’Islanda low cost.

islanda low cost

Eccoci così a bordo della Norrona, il traghetto della Smyril Line, abbiamo appena lasciato Hirtshals nel nord della Danimarca.

islanda low cost

Tutti i sabati la Norrona parte in direzione delle Isole Faroe e dell’Islanda da questo porto così a nord, in questo piccolo paesino.

islanda low cost

A bordo della Norrona

Le Isole Faroe saranno la nostra prima destinazione. I casi della vita… la maggior parte delle persone non sa neppure dove sono posizionate, noi quest’anno vi abbiamo messo piede per ben tre volte!

islanda low cost

Le operazioni di imbarco sono veloci e pratiche ed ecco la nostra cabina, la n. 5009 al ponte 5.

islanda low cost norrona

Questa volta viaggiamo in quattro e, in fase di prenotazione online, ho avuto la piacevole scoperta che il prezzo già ridicolo (valido per due persone) si è ulteriormente ridotto con la cabina da quattro. E’ sempre bello viaggiare low cost.

islanda low cost norrona

Ovviamente la partenza va ammirata dal ponte più alto, la costa danese si allontana velocemente e il vento diventa molto forte.

Andiamo pertanto alla scoperta della nave.

islanda low cost norrona

Inutile dire che Valeria si innamora all’istante della play room. Per lei non è mai un problema se a bordo non ci sono italiani. Si può giocare lo stesso. Anzi! Alla fine della settimana aveva persino imparato qualche parola di danese!

islanda low cost norrona

Noi invece optiamo per la piscina. Purtroppo è vuota e un gentile membro dell’equipaggio ci informa che per via delle condizioni meteo del mare non potremo utilizzarla.

islanda low cost norrona

Siamo appena partiti, il mare era calmissimo e c’era persino il sole che non è poco, visto che siamo ad ottobre. Sembra impossibile sentir parlare di brutto tempo e qualche dubbio ci viene. L’addetto insiste e ci informa che possiamo utilizzare la sauna e la palestra e insiste che in mare aperto le condizioni meteo sono davvero avverse.

islanda low cost norrona

Roberto si allarma all’istante perché ha paura di soffrire, e chiede immediatamente quanto è brutto il mare. La risposta è tranquillizzante: appena appena. Tranquillo!

Mare a forza 8

Sì. Assolutamente tranquillo. Considerando che le foto del mare più agitato non siamo riusciti a farle perchè era impossibile non volare di sotto! Guardate un po’!

islanda low cost norrona

Tra qualche giorno saremo nel bel mezzo del Mare del Nord, con il mare a forza 8 e le onde sbatteranno violentemente contro il nostro oblò al quinto ponte. Gli epiteti di mio marito verso quel “tranquillo” sono assolutamente irripetibili!

islanda low cost norrona

La prima sera comincia proprio bene con questo buffet. Le foto parlano da sole. Come possiamo mangiare ancora domani mattina? E pensare che la colazione è inclusa….

islanda low cost norrona

Consiglio utile: se intendete effettuare tutti i pasti a bordo, acquistateli conterstualmente al biglietto. Comprati sul momento costano circa il 20% in più.

islanda low cost norrona

Siamo abbastanza stanchi dal lungo viaggio in auto: sono 1.750 i chilometri che separano Alessandria da Hitshals e noi li abbiamo fatti tutti la notte scorsa. Andiamo pertanto a letto presto e non partecipiamo agli intrattenimenti serali.

islanda low cost norrona

Il mare ci culla, anche se non ne abbiamo bisogno e le cose da fare a bordo il giorno seguente sono tantissime. Non abbiamo tempo per annoiarci.

islanda low cost norrona

C’è un bel negozio duty-free. E’ un vero duty-free. Lo so, lo so, che io di shopping non ne so niente! Ma voi dovete sapere che all’interno è possibile acquistare la tipica Birra delle Isole Faroe. Noi abbiamo visitato a Torshvan il birrificio e dopo aver acquistato qualcosa all’interno… abbiamo speso una fortuna al ritorno qui a bordo, quando ci siamo accorti che i prezzi erano decisamente inferiori!

islanda low cost norrona

Il traghetto ha molte aree comuni dove si legge, si chiacchiera, si usa il computer, si beve,… è anche disponibile una connessione wi-fi satellitare ma i costi sono molto elevati e la velocità non è delle migliori.

islanda low cost norrona

Ma non importa. Qui in sauna il wi-fi non serve!

islanda low cost norrona

La sauna finlandese è interamente in legno alla temperatura perfetta e il mare ci culla. Saune separate per uomini e donne e mastelli con l’acqua gelata per rinvigorirsi all’uscita. Vero wellness!

islanda low cost norrona

Al bar del ponte 6 sta per cominciare un interessante filmato sulle Isole Faroe e ovviamente non ce lo perdiamo!

islanda low cost norrona faroe

Qui conosciamo Annah. Si prende cura dei passeggeri ed è sempre molto indaffarata. Non so bene di quante ore lavorative è composta la sua giornata. So che è sempre ovunque: dal film, al bingo, all’organizzazione delle escursioni, ai buffet. Sempre impeccabile e professionale nel regalare sorrisi.

islanda low cost norrona

Visita della nave

Proprio lei ci conduce a visitare il ponte di comando, un’esperienza molto molto interessante.

islanda low cost norrona

Ci vengono illustrate una serie di curiosità e spiegati molti problemi legati alla navigazione. Davvero affascinante vedere come viene pilotata una nave di queste dimensioni, in un mare così, con l’alternanza di quattro ore da aprte dell’equipaggio e in una sinfonia perfetta.

No Valeria, non ci siamo. Per ancora qualche anno dovrai continuare ad accontentarti della bicicletta!

Isole Shetland

Passaggio alle Isole Shetland. La Norrona rallenta per farci godere di questa vista. Qualche timido raggio di sole ci regala colori unici. Tutti i passeggeri sono ipnotizzati. La maggior parte dietro ai vetri per ripararsi dall’aria.

Noi ovviamente siamo sui ponti esterni per ammirare il paesaggio e, non ci crederete, ma non siamo mica i soli qui fuori con questo vento! La vista ripaga del freddo!


Il tempo cambia in maniera molto rapida. Il mare raggiunge forza 8, come ci era stato preannunciato a bordo piscina. Per chi, come me, non soffre niente, è tutto sommato divertente essere letteralmente sollevati dal letto durante la notte. Vi assicuro che è impossibile camminare nei corridoi senza tenersi.

Mio marito non la pensa così. Si è finalmente deciso ad indossare i braccialetti, avete presenti quelli con la pallina che preme il polso? Ecco, qui sulla nave ne vediamo parecchi home made: una biglia e un giro di scotch! Però devo dire che Roby si è sentito subito meglio. Se funzionano in queste condizioni…

Isole Faroe

Attracchiamo alle Isole Faroe e senza perdere un minuto andiamo ad ammirare l’alba da uno dei punti più belli sulle scogliere. Anche oggi c’è il sole. Questa è davvero fortuna per il mese di ottobre!

Il porto è proprio al centro della capitale, a pochi passi dalla città vecchia, molto carina e caratteristica con le sue casette rosse e i tetti di paglia.

Mi piacciono molto queste foto con il loro contrasto così insolito.

La nostra cabina si affaccia invece direttamente sul faro, dal lato opposto del porto.

La partenza dalle Isole Faroe meriterebbe un capitolo a sè.

La Norrona parte lentissima in questa giornata di sole e cielo sereno.

Si dirige dapprima verso sud e poi verso nord in uno dei passaggi più spettacolari che si possono ammirare qui alle Isole Faroe. La natura con le sue scogliere, dà il meglio di sé.

Si passa vicinissimi alle scogliere a picco sul mare, si scorgono piccole casette e pecore che rischiano di precipitare in mare.

Le cascate lasciano a bocca aperta: le loro acque vengono disperse dal vento prima di riuscire a toccare il mare.

Non c’è freddo, non c’è vento, non ci sono nuvole che nel frattempo sono arrivate, che riescono a portarci via dal ponte superiore mentre a bocca aperta ammiriamo quello che la natura è in grado di creare a queste latitudini!

Intanto sul ponte, dietro le vetrate che riparano dall’aria stanno servendo la merenda a base di dolci islandesi, cappuccino e cioccolata. Anche questo è relax.

Dopo aver scattato migliaia e migliaia di fotografie, visto che è ormai buio, andiamo a vedere un altro interessante filmato. Questa volta sull’Islanda. Sempre rigorosamente in inglese per dar modo a tutti di capire.

Islanda low cost – arrivo

Arriviamo all’alba in Islanda. La terra estrema di contrasti, affascinante nella sua magnificenza ci accoglie con le prime luci dell’alba. Solita esagerata colazione mentre entriamo in lenta navigazione nel Seyðisfjörður, quello che viene definito il fiordo più bello dell’isola.

Quersta parte di Islanda è geologicamente simile alle Isole Faroe e i panorami le ricordano. La luce del mattino crea giochi particolari tra le montagne e il ghiaccio.

Abbiamo davvero pochissimo tempo a disposizione in Islanda. Ok, ok,… per me anche un anno sarebbe poco!

L’ideale però sarebbe fermarsi qui una settimana e rientrare con il prossimo passaggio. Purtroppo noi non abbiamo questo tempo e dobbiamo sfruttare al massimo questi due giorni abbondanti.

Vulcani e aurora boreale

Poco tempo, un sacco di chilometri dandosi il cambio alla guida nella desolata notte islandese. Avete idea di cosa voglia dire guidare ammirando le evoluzioni maestose della splendida aurora boreale in piena notte? Poi girare una curva, in quota, sulla ring 1, non capire cosa sia quella luce rossa così vivida là in fondo e realizzare che è un vulcano in eruzione con i suoi zampilli di lava che esplodono sotto l’aurora boreale?

Non ho le parole per descrivere l’emozione!

Nel corso del nostro rientro in Danimarca abbiamo anche potuto ammirare per diverse ore le luci della costa norvegese che ci eravamo persi all’andata in quanto la nostra cabina era dalla parte opposta.

Le sorprese che la Norrona ci riserva non sono ancora finite. La paziente Annah, su nostra richiesta, ci porta persino a visitare la sala macchine.

Si apre davanti a noi un altro mondo!

Non chiedetemi però come funziona tutto questo. L’ingegnere capo è stato eccellente nelle spiegazioni minuziose dopo i suoi 10 anni passati a bordo della Norrona, ma io non sono certo all’altezza per riportarle.

Vi riesco a dire solo che i quattro motori sono enormi e impressionanti e danno l’idea di precisione ed efficienza. Il rumore è fortissimo ma siamo stati preventivamente equipaggiati con i tappi per le orecchie.

Passiamo così alla sala di controllo.



Guardate un po’ il consumo orario di carburante di questa nave! Un rapido calcolo e una moltiplicazione col costo al litro…

L’Ingegnere capo con molta pazienza ci spiega anche che la nave è equipaggiata con due stabilizzatori esterni da 6 metri che si aprono con il mare mosso.

Quindi, la notte scorsa, con quel mare e soprattutto con l’ondeggiare di questa nave enorme… eravamo persino stabilizzati! Impresisonante davvero!

Il tempo passa sempre troppo veloce e rimarremmo ore ed ore qui ad ascoltare le spiegazioni, ma è tempo che gli addetti tornino alle loro occupazioni.

Buffet vichingo

Io intanto non posso certo concludere la mia esperienza a bordo della Norrona senza parlarvi del buffet vichingo.

Considerando i buffet delle sere precedenti, già esagerati, non avevamo troppe aspettative al proposito. Ci siamo sbagliati completamente!

Lascio parlare le foto!

Anche lo staff è vestito in tema questa sera. Valeria si porta a casa il suo diploma e la tazza vichinga!

Pesce, carne, dolci,… non possiamo certo mangiare tutto!

Ma non è ancora finita. Guardate il buffet formaggi!

Vi ricordo che tutto quello che vi ho descritto e fotografato, e molto altro ancora, era compreso all’andata e lo abbiamo ri-acquistato online per il ritorno ad un costo di circa 25 euro!

Datemi retta! Prenotate! Iscrivetevi alla loro newsletter e riceverete le offerte. Anche per navigare in primavera!

Vi auguro buona navigazione a bordo della Norrona!

 

Info su Liliana Monticone

E-commerce per lavoro su www.avalonrelax.it e Family Travel Blogger per passione su www.blog.lilianamonticone.com
Questa voce è stata pubblicata in Danimarca, Europa, Islanda, Low cost, Provati per voi e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

5 risposte a Islanda low cost con Smyril Line a bordo della Norrona

  1. Questa sì che è una crociera che vorrei fare! Però soffro il mal di mare.

  2. Pingback: Lillyontheroad goes on cruise to the Bahamas. - Travel Blogger Liliana Monticone

  3. Pingback: Liliana Monticone - Always H A P P Y , never satisfied ! Felice sempre, soddisfatta mai !

  4. Pingback: Liliana Monticone - Always H A P P Y , never satisfied ! Felice sempre, soddisfatta mai !

  5. Pingback: Una crociera all’estremo nord, perfetta per grandi e bambini | trippando

Lascia un commento