Motoslitta in Finlandia a Levi. -30°C e freddo estremo. Perfetto!

Motoslitta in Finlandia

Avete mai provato l’emozione di guidare una motoslitta in Finlandia? Se avete avuto la fortuna di provare questa ebbrezza, sapete già di cosa sto parlando, se non l’avete mai provata, segnatela assolutamente nella lista delle cose da fare.

Parlo ovviamente di guidare una motoslitta in un territorio immenso e deserto, nella natura incontaminata e non su una pista preparata, magari ad anello, come quelle che si possono provare qui. Purtroppo sono tutta un’altra cosa!

Motoslitta in Finlandia

Siamo a Levi, una località rinomata per gli sport invernali nel nord della Finlandia, oltre il Circolo Polare Artico.

Motoslitta in Finlandia

Ovviamente in Italia è assolutamente sconosicuta e sfido chiunque a collocarla su una mappa.

Rovaniemi villaggio di babbo natale

Se sarete così fortunati da visitare la Finlandia in inverno, vi raccomando caldamente di non fermarvi a Rovaniemi. E’ sicuramente un villaggio carino e affascinante, che tutti ormai conoscono per via del Villaggio di Babbo Natale, ma datemi retta, proseguite ed arrivate almeno fino a Levi.

Noi arriviamo qui in febbraio e la temperatura oggi è di circa -30°C. Sì, avete capito bene! Meno trenta!

Motoslitta in Finlandia

Questa volta l’abbiamo fatta tutta in auto dall’Italia (lo sapete già che siamo un po’ matti, vero?). Abbiamo traghettato con la Viking Line da Stoccolma a Turku e siamo arrivati in Finlandia all’alba, nel mare ghiacciato che la nostra rompighiaccio ha spaccato per tutta la notte.

Dalla cabina sentivamo i colpi e svegliarsi al mattino in questo scenario così particolare con le prime luci dell’alba è stato molto particolare.

Motoslitta in Finlandia

Abbiamo viaggiato in direzione nord costeggiando tutto il Golfo di Botnia verso Kemi, abbiamo visitato l’hotel di ghiaccio che ogni anno viene ricostruito seguendo un tema diverso ed ora eccoci qui.

Motoslitta in Finlandia

Il freddo è davvero impossibile, ma fortunatamente non dovrete preoccuparvi di questo. Indossate pure i vostri vestiti più caldi e le vostre giacche più tecniche… qui non serviranno a nulla!

Ma vi verranno forniti caldissimi tutoni, calzettoni, passamontagna, guanti e molto altro.

Motoslitta in Finlandia

I finlandesi sono davvero organizzatissimi per venirvi in aiuto.

Motoslitta in Finlandia

Viaggiando lungo le strade in queste zone del nord, si capisce immediatamente che la motoslitta in Finlandia è parte del loro modo di vivere.

Ce ne sono ovunque parcheggiate e spesso si deve stare attenti lungo la strada in quanto sbucano dalla foresta e attraversano per dirigersi verso il lago ghiacciato dalla parte opposta e lanciare poi le motoslitte a tutta velocità. Meraviglioso!

Motoslitta in Finlandia

Nei numerosi laghi ghiacciati è molto facile vedere una o più persone pescare. Con una specie di trivella si fa un buco nello spesso ghiaccio e poi si pesca.

Io non ho ancora capito come facciano a stare fermi ore ed ore nel freddo pungente.

pesca in finlandia nel lago ghiacciato

Anche le auto ed i mezzi che si incontrano per strada sono molto particolari.

Motoslitta in Finlandia

Ma come sempre gli incontri più affascinanti sono quelli casuali, come queste renne, solitamente al mattino presto… esattamente come quando abbiamo incontrato l’orso in Florida, ve lo ricordate?

Motoslitta in Finlandia

Scegliamo la nostra motoslitta in Finlandia e decidiamo di affittarla da Perhesafarit.

Motoslitta in Finlandia

Immediatamente la ragazza che ci accoglie stima ad occhio la nostra taglia e ci accompagna nella sala. Ci viene fornito il set completo di vestiti e… ci viene spiegato come indossarli. Sì… anche questa lezione serve: non bisogna assolutamente sbagliare l’ordine.

Motoslitta in Finlandia

Per prima cosa dovrete indossare tutti i vostri vestiti più caldi, ma non le giacche a vento.

Sopra i vostri calzettoni dovrete indossare le loro spesse calze di lana e poi gli stivaloni imbottiti che contribuiranno ad evitare il congelamento delle vostre estremità, vero Valeria? Dai che per questa volta non si congela niente e non dobbiamo amputarti i piedi!

A questo punto indossate il loro tutone. Comincerete a sudare immediatamente ma godetevi questo momento.

Ricordate che per un bel po’ il concetto di sudore vi sembrerà appartenere ad un’altra vita!

Motoslitta in Finlandia

E’ quindi il momento del caldo passamontagna (ha anche questo una tecnica) e dovrete soprattutto accertarvi che non passino spifferi e non ci siano bozze. Sopra andrà indossato il casco, ovviamente obbligatorio.

Ricordatevi sempre di sollevare immediatamente la visiera ogni volta che vi fermate, altrimenti il vostro respiro condensa e ghiaccia immediatamente. Non riuscirete più a vedere nulla e neppure a togliere il ghiaccio.

Insomma… più o meno quello che capita se vi dimenticate di sputare nella maschera da snorkeling, no? … non proprio!

Motoslitta in Finlandia

O quanto meno i finlandesi ci guardano un po’ stupiti davanti a queste affermazioni. Che non conoscano questa modalità?

E’ tempo di uscire. Non si resiste più vestiti così con questo caldo.

Motoslitta in Finlandia

Ci viene chiesto se abbiamo già guidato una motoslitta. Noi, prevenuti ed esitanti rispondiamo di no, immaginando chissà quali problemi tireranno fuori ora.

Invece no. Qui non c’è mai nessun problema, mannaggia alla nostra mentalità italiana dove tutto è sempre un problema!

Fanno la fotocopia della patente di guida e in meno di dieci minuti ci spiegano come funziona e come si guida una motoslitta in Finlandia.

Le regole sono poche e chiare. The rules are few and clear: il pollice comanda l’acceleratore mediante una leva riscaldata e il freno è sempre da tenere pronto. Sì… freno… ricordate sempre che il concetto di freno sul ghiaccio è relativo, ma alla sottoscritta, dopo tutti questi chilometri di guida sul ghiaccio, non fa certo paura!

Una raccomandazione molto molto importante è quella relativa alla distanza di sicurezza da tenere rispetto alla motoslitta che si ha davanti. Questa è davvero molto importante, soprattutto se si è in discesa sarà impossibile fermarsi e le due motoslitte si scontreranno.

Il passeggero deve semplicemente tenersi forte alle maniglie posteriori. Capito Valeria? Tenersi forte!

Motoslitta in Finlandia

Ci viene consegnata una mappa della regione, sì, avete capito bene, della regione, non dell’area, ci viene mostrato come sono segnate le piste, le verdi sono quelle facili, le rosse quelle difficili.

Evitate le rosse per iniziare e se poi vi sentite sicuri andate tranquillamente. No problem qui è sempre la parola d’ordine. I distributori sono indicati con una croce se ci dovessero servire. Rimanete fuori quanto volete. Buon viaggio e buon divertimento.

Inutile dire che siamo stupiti e confusi della facilità con cui è possibile noleggiare e guidare una motoslitta in Finlandia. Se avete mai provato ad affittarne una in montagna, su quelle orribili piste ad anello lunghe cento metri, sapete di cosa sto parlando. Qui è tutto facile!

Non ci hanno chiesto la carta di credito, non hanno un nostro documento (se non la fotocopia) e ci hanno spiegato tutto in pochi minuti (compreso il modo per disincastrare la motoslitta dalla neve). Perchè in Italia è sempre tutto così difficile e complicato???

Motoslitta in Finlandia

Devo ammettere che i primi 15 minuti sono abbastanza difficoltosi. Guidare una motoslitta in Finlandia è diverso che guidare l’auto o qualsiasi altro mezzo io abbia provato prima.

Ogni minima salita o discesa sembra insormontabile. Guardo le altre motoslitte che corrono veloci e le invidio. Ma come caspita si fa??? Sembra così facile a vederli…

Non vi dico il panico quando mi trovo davanti al ponte riservato alle motoslitte. E’ così stretto!!! E se arriva un’altra motoslitta in senso opposto? Non riusciremo mai ad incrociarci!

Motoslitta in Finlandia

In realtà poi in una mezz’oretta si impara a padroneggiare e guidare in maniera accettabile la motoslitta in Finlandia. Dopo circa un’ora la guida si fa molto più rilassata e ci si comincia a divertire. Proprio come ci si aspettava… anzi, molto di più!

Motoslitta in Finlandia

Non appena si arriva in un tratto un po’ più aperto e libero è bellissimo aumentare un po’ la velocità, anche se le cose a cui fare attenzione sono davvero tante.

Ad esempio i segnali di intersezione con gli sciatori di fondo che sono davvero tanti. Bisogna poi cercare di memorizzare la mappa e la direzione. Agli incroci piene di frecce direzionali non è certo agevole, con i guantoni, fermarsi e consultare la mappa!… alzando sempre e subito la visiera!

Motoslitta in Finlandia

Dimenticatevi anche solo di pensare di togliere i guanti con una temperatura di -30° C.

Il freddo per noi è davvero difficile da sopportare e il vento sferza la faccia. Quando però si raggiunge un punto più aperto e libero e si lancia la motoslitta a tutta velocità… ci si dimentica anche del freddo!

Il tramonto arriva veloce a queste latitudini e con lui il buio. Meno male che dovevamos tare via solo poche ore! Valeria sul sedile posteriore credo sia già in avanzato stato di congelamento. Non la sento neppure più parlare!

Motoslitta in Finlandia

Mi fermo un attimo per chiederle se è tutto ok e se vuole rientrare, per tutta risposta ricevo un bel: “Già che sei ferma sali tu di dietro ora che provo anch’io a guidare la motoslitta in Finlandia. Tanto qui in mezzo non ci vede nessuno!”

Ripartiamo e dopo una curva un immenso lago ghiacciato si apre davanti a noi. Lo stesso lago in cui prima ho tentato di imitare quelli che a tutta velocità, con le loro motoslitte, correvano nella neve fresca… con un risultato a dir poco disastroso!

Motoslitta in Finlandia

In pratica… è come se avessi tentato di correre una gara di formula uno dopo aver appena preso la patente. Il risultato è stato quello di piantare la motoslitta in circa 50 cm. di neve fresca e, nel tentativo di estrarla, l’ho ribaltata su un fianco e ho creato un buco nella neve da cui sembrava impossibile uscire!

Motoslitta in Finlandia

Alcuni minuti di panico totale nei quali il mio dolce maritino mi esterna tutto il suo amore sbraitando a squarciagola, tanto qui nessuno ci sente, urlandomi che devo sempre esagerare e… ringraziando tutti i santi del paradiso per non so bene quale fortunata manovra applicata, come mi ero incastrata, mi libero e sono di nuovo in pista pronta a ricominciare nonostante le inutili raccomandazioni di Roby! Forza Valeria che si riparte a tutto gas!

Motoslitta in Finlandia

Torniamo così a questo enorme ed affascinante lago ghiacciato in quella che è diventata la notte artica. I riflessi della neve illuminano la natura, alcune luci di qualche paesino remoto, nessuno in vista per chilometri e chilometri.

Alzo la visiera e grido a Valeria di tenersi forte che adesso ci divertiamo.

Motoslitta in Finlandia

Dovete sapere che di notte, a dispetto di quello che può sembrare, è tutto più facile. Gli sciatori di fondo non ci sono più e non si corre nessun rischio con loro, il traffico è decisamente ridotto (in giro ci sono soltanto più alcuni matti come noi!) e se qualche motoslitta arriva in senso opposto la si vede da molto lontano grazie al faro che deve sempre essere acceso.

Motoslitta in Finlandia

Valeria mi rimanda un bel grido di gioia come risposta.

Superiamo Roberto che si era fermato ad aspettarci salutandolo con la mano e lanciamo a tutta velocità la motoslitta su questa distesa di ghiaccio infinita del lago nel freddo intenso della notte artica.

La sensazione di adrenalina è indescrivibile. Non ci sono parole o fotografie che possono trasmetterla: va provata! E’ davvero una delle sensazioni più belle che si possono vivere qui, guidando una motoslitta in Finlandia!

Motoslitta in Finlandia

Ala fine del lago ci fermiamo ad aspettare Roberto che è consapevole di aver sposato una pazza. Per lui la motoslitta è solo un mezzo per godere del paesaggio con tutta calma, cosa che per me – ovviamente – è assolutamente sprecata!

Mi giro da Valeria per capire com’è la situazione. Lei è comunque ancora molto piccola e il freddo è davvero impossibile. La temperatura è scesa ancora e il vento taglia la faccia. In più sedere dietro è ancora peggio perchè non ci sono paraventi e leve riscaldate (sembra davvero poco il loro calore, ma vi assicuro che in queste condizioni tutto serve!). In più non la sento più parlare…

Considerando il freddo ai piedi che ho io, immagino il suo, ancora peggio. La sua risposta è perentoria. Alza la visiera e gridando a squarciagola, nella notte artica, ancora in preda della sua scarica di adrenalina, esclama facendosi sentire a chilometri di distanza: Mammaaaaaaa! Non mi sono mai divertita così tanto in vita mia! Ancora!!!

Vi assicuro che oggi… non è stata l’unica!

Motoslitta in Finlandia

Info su Liliana Monticone

E-commerce per lavoro su www.avalonrelax.it e Family Travel Blogger per passione su www.blog.lilianamonticone.com
Questa voce è stata pubblicata in Europa, Finlandia e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a Motoslitta in Finlandia a Levi. -30°C e freddo estremo. Perfetto!

  1. Pingback: Itinerario in Finlandia, organizzare il viaggio - Travel Blogger Liliana Monticone

  2. Pingback: Valeria at Modena Fair: travels with kids - Travel Blogger Liliana Monticone

  3. Pingback: Aurora boreale. Facciamo un po' di chiarezza. Consigli per tutti i gusti.

  4. Pingback: In Finlandia con mamma e papà: il racconto di Valeria (12 anni)

  5. Pingback: The Ligurian excellence at the Milan Malpensa's Sheraton. - Liliana Monticone

  6. Pingback: Only a few minutes and we are ready to start for sledding husky! - Liliana Monticone

Lascia un commento