Reportage Maldive: reef, snorkeling, coralli, pesci e delfini.

Pensare alle Maldive rievoca immediatamente l’immagine di spiagge di sabbia finissima, mare cristallino e relax assoluto.

Sono tantissime le offerte last minute che offrono vacanze e voli a prezzi scontati nel corso dell’anno.

maldive

Ma le Maldive non sono solo questo. La cosa che più mi ha affascinato sono gli splendidi reef.

Definirli incantevoli è assolutamente riduttivo.

maldive

Si può rimanere ore e ore incantati ad ammirare uno scenario sempre uguale e sempre diverso.

maldive reef

Il paradiso è davvero sott’acqua, a pochissimi metri.

Questi “funghi” enormi e delicatissimi nascondono mille diverse forme di vita. Bastano davvero pochi minuti per ammirarne una quantità esagerata.

Non c’è nulla di più bello che svegliarsi all’alba dal ponte della nostra barca e ammirare in lontananza queste enormi tartarughe.

Sì, avete capito bene. Dalla barca.

Perchè contrariamente a quello che spesso si crede, le Maldive non sono solo villaggi turistici e resort di lusso.

Non è neppure indispensabile rivolgersi ad un’agenzia viaggi o a un tour operator per vivere una splendida vacanza in questo paradiso.

Così come non dovrete per forza acquistare pacchetti prepagati dall’Italia.

Vi spiego come le abbiamo vissute noi.


Ho contattato direttamente Blue K Safari Maldives via mail.

Loro dispongono di diverse barche che coprono differenti fasce di prezzo.

Noi abbiamo scelto la Dolphin, la più piccola e la più economica.

Shahid ci informa che la barca da noi scelta è di tipo economico e spartano, cosa che non si rivelerà così vera.

Non è chiaramente una barca di lusso e non pensate ad un mega yatch, ma devo dire che si è rivelata decisamente superiore alle aspettative.

C’era effettivamente un po’ di odore stagnante nelle cabine e gli arredi non erano modernissimi (unici difetti). Le cabine erano comunque tutte dotate di servizi privati e aria condizionata.

Cabina che a dire la verità… noi abbiamo utilizzato solo la prima notte.

Dovete sapere che non c’è niente di più bello che dormire direttamente sotto le stelle in mezzo al mare.

E’ una sensazione indescrivibile a parole. Da provare.

Non c’è rugiada e una leggera brezza rinfresca le notti dopo il caldo delle giornate di sole.

Il silenzio, il buio. Alcune notti ci è capitato di essere completamente in mezzo al mare e alle isole deserte. Non si vedeva una sola luce. Noi, soli e sperduti in questa piccola barca!

La barca è inoltre il metodo migliore per visitare queste isole, oltre che il più divertente in assoluto per Valeria che non riusciva a capacitarsi del senso di libertà che la barca qui garantisce.

Poteva tranquillamente muoversi, giocare, tuffarsi, pescare, entrare, uscire,… la barca era tutta per il nostro gruppo (eravamo in 7 partiti dall’Italia) e nessuno a dirle assolutamente niente per qualsiasi pazza idea.

Compresa quella di tuffarsi dal piano più alto!… anche se qui, io qualcosina da dire l’avrei avuta!

E’ stata serafica nel suo primo tuffo. Mentre si affacciava le chiedo: “Vale, ma ti sei mai buttata da un’altezza del genere?”

Lei mi guarda. Si tuffa. 

Riemerge contentissima e mi risponde: “Adesso sì!”

Ecco. Queste sono le situazioni in cui penso che avrebbe fatto meglio a prendere un po’ di prudenza in più da mio marito!

Il capitano, su nostra richiesta, ci illustrava nel corso del breafing quotidiano alla sera, il tragitto del giorno successivo.

Ci muovevamo due volte al giorno e questa modalità ci ha davvero permesso di esplorare molti fondali e molte isole delle Maldive, così come villaggi e mercatini sempre diversi.

Non pensate che i reef siano tutti uguali. Ogni atollo e ogni area ha delle peculiarità proprie e le formazioni di coralli e gli animali che si vedono in un posto, non sono quelli che si vedono in un altro.

Siamo riusciti a vedere. ovviamente, squali e squaletti e osservare una tartaruga che nuota placidamente sul fondo, stagliandosi nella sabbia è uno dei ricordi più belli.

Purtroppo l’ecosistema della Maldive è molto molto delicato e, anche se nessuno lo dice, i turisti, per quanto prestino attenzione a questo aspetto, è innegabile che lo stiano distruggendo.

Alle Maldive non esiste alcun sistema per gestire l’enorme mole di immondizia ogni giorno prodotta.

E’ il paese in assoluto più ricco dell’Asia e non presta minimamente attenzione a questo aspetto.

Nell’unica giornata un po’ nuvolosa, abbiamo potuto toccare con mano questo aspetto. Da ogni isola, degli abitanti del luogo e dei resort, si levavano pennacchi di fumo.

Sì avete capito bene: l’immondizia viene raccolta in uno spazio a parte e bruciata.

Sono fermamente convinta che il destino di queste isole paradisiache sia inesorabilmente segnato. E’ un vero peccato raggiungere dei meravigliosi banchi di sabbia isolati e trovarli pieni di immondizia e plastica portata dal mare.

E non c’è nulla che si possa fare. Vengono i brividi a sentire parlare di turismo responsabile, perchè vivendo così le Maldive ci siamo resi conto di quanta immondizia noi produciamo quotidianamente.

E soprattutto necessariamente. Dall’acqua che beviamo (non esiste acqua naturale alle Maldive, è tutta desanilizzata), alle creme di cui ci cospargiamo, ai cibi e a mille altre cose.

Pur non essendo un’ambientalista convinta, resta difficile godersi questo posto idilliaco ben sapendo di contribuire, come ogni essere umano presente, alla sua distruzione.

Gli animali che abbiamo potuto ammirare sono stati davvero tanti.

Alcuni strani come questa oloturia.

Durante i nostri spostamenti era comune vedere i delfini giocare a prua.

Ma i reef più vicini al pelo dell’acqua offrivano i colori più intensi.

 

Anche se si deve prestare molta attenzione a non toccarli.

 

Sia perchè si distruggono, sia perchè molti sono urticanti.

Esattamente quello che stavo dicendo, vero Valeria?!?

In alcuni reef è possibile provare quello che viene definito il salto nel blu.

E’ una sensazione particolare che si prova spostandosi di poco su una parete quasi verticale e nuotando così nella profondità scura dell’abisso.

 

Bè a  questo punto… credo che le foto di quello che abbiamo potuto ammirare parlino da sole. Se già vi piace fare snorkeling lo avete capito subito.

Se invece, come me, lo snorkeling non vi ha mai affascinato particolarmente prima d’ora… bè, provatelo qui alle Maldive e poi mi saprete dire!

Per informazioni:
BLUE K SAFARI MALDIVES PVT LTD
Haveeree Hingun – Male’
Republic of Maldives
Telephone: +960 3335 035
Mobile: +960 777 1322
Fax: +960 333 5060
Reservation : safari@dhinet.net.mv
Information : blue_k@dhivehinet.net.mv
web site: www.blueksafari.com.mv

Info su Liliana Monticone

E-commerce per lavoro su www.avalonrelax.it e Family Travel Blogger per passione su www.blog.lilianamonticone.com
Questa voce è stata pubblicata in Asia, Maldive e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a Reportage Maldive: reef, snorkeling, coralli, pesci e delfini.

  1. Pingback: Viaggio in Australia? Non dimenticate il visto - Travel Blogger Liliana Monticone

  2. Pingback: Nepal: Himalayas mountain flight. Simply the best! - Liliana Monticone

  3. Pingback: Nepal: volo panoramico sull'Himalaya. Meraviglioso! - Liliana Monticone

  4. Pingback: Nepal: Himalayas mountain flight. Simply the best! - Liliana Monticone

  5. Pingback: Maldive: cena in spiaggia sull'isola deserta.

  6. Che foto meravigliose nel contesto di un ottimo reportage.
    Complimenti per il blog, continuerò a seguirti!
    Ciao
    Bianca

  7. La mia esperienza in barca nel mare nostrum è stata splendida e spesso penso che vorrei ripeterla…
    Le Maldive fin’ora sono sempre rimaste tra i sogni proibiti ma con questo post mi hai fatto pensare che forse c’è un altro modo (magari più bello e meno costoso) per scoprirle…
    Grazie cara…prendo appunti!;)

  8. Sammy scrive:

    Sono sempre meravigliose le Maldive!!! Io è mio marito ci siamo stati ormai sei anni fa!!! Ma ti rimangono comunque dentro, perché sono uniche e ti ricordano cosa variamente siamo su questa Terra!!! Guardando le tue foto mi rendo conto che avrei voluto viverle di più!! Chissà … Magari un giorno potremo ritornarci!!! Per il momento grazie per avermele fatte rivivere!!! Sammy

  9. che spettacolo Liliana…più guardo il vostro reportage fotografico dei reef maldiviani e più mi mangio le mani di non essermi portata la strumentazione adatta per far foto sott’acqua, solo una banale attrezzatura da snorkeling 😛 se mi ricapita di andare magari provo la barca

    • E considera che la nostra ‘attrezzatura adatta’ era una piccola pentax da meno di 200 euro comprata in volata appena prima di partire! Ma la barca permette davvero di vedere posti meravigliosi e di vederne tanti. Per quanto abbastanza lenta come la nostra. Poi abbiamo davvero speso poco e il fatto di averla in esclusiva per noi, non ha prezzo! Straconsigliata, anche se per il lusso, bisogna spendere!

Lascia un commento