Visita ai Musei della Ferrari

Visita ai Musei della Ferrari

La visita ai Musei della Ferrari a Maranello e Modena è un’esperienza unica per qualsiasi ragazzino, figuriamoci poi se questo ragazzino è appassionato di motori.

Matteo Monticone in Visita ai Musei della Ferrari

Qual modo migliore quindi di lasciarci raccontare proprio da Matteo Monticone, mio nipote di 13 anni, la sua visita ai Musei Ferrari di Maranello e Modena e la sua esperienza? A lui la parola.

Matteo Monticone in Visita ai Musei della FerrariVisita ai Musei della Ferrari

Per me si avvicina il momento della scelta della scuola superiore e sto, in questo periodo, cercando di orientarmi tra le mie passioni ed i miei interessi alla ricerca di una professione o di un campo lavorativo che, oltre ad essere adeguati alle mie capacità ed attitudini, mi possano regalare soddisfazioni per il futuro.

Visita ai Musei della Ferrari

Nella vita non cerco un’occupazione con cui mantenermi (cosa di per sé indispensabile e sicuramente onorevole), ma vorrei vivere grazie alle mie passioni che, in quanto tali, non peseranno mai come un lavoro.

Visita ai Musei della Ferrari

La mia più grande passione riguarda le automobili e le tecnologie che vi ruotano intorno.

Visita ai Musei della Ferrari

Ovviamente amo particolarmente le varianti, elaborazioni, modifiche e tutte quelle operazioni che trasformano una cosa speciale in una straordinaria.

Visita ai Musei della Ferrari

Passioni e professioni viste da Matteo

Non mi sento attratto, come sarebbe facile immaginare per un ragazzo della mia età, dal mestiere del pilota perché, a mio parere, oltre ad implicare maggiori rischi, comporterebbe sacrifici quali l’essere sempre in giro per il mondo che credo sia poco compatibile con l’avere una famiglia.

Visita ai Musei della Ferrari

Sono invece interessato allo sviluppo della tecnologia e dall’idea della creazione di un nuovo modello di auto che spingerà avanti il progresso, abbatterà limiti e farà onore alla casa automobilistica.

Visita ai Musei della Ferrari

La gita a Maranello

Dopo questa breve presentazione vi sembrerà chiaro che non sono uno che si accontenta, quindi non avrei potuto che iniziare la mia ricerca da una gita a Maranello: è italiana, è l’auto per antonomasia, è un sogno e racchiude al suo interno il meglio che la tecnologia possa offrire. In una parola è la FERRARI.

Visita ai Musei della Ferrari

La visita ai Musei della Ferrari è quindi per me un ottimo punto di partenza.

Visita ai Musei della Ferrari

Appena giunti a Maranello, nell’hinterland modenese, la prima cosa che balza all’occhio è la grande quantità di Ferrari parcheggiate in strada.

Visita ai Musei della Ferrari

Vi è infatti un grande “indotto” di esercizi commerciali che affittano svariati modelli di Ferrari per un giro o una prova.

Visita ai Musei della Ferrari

Appena entrati nel Museo della Ferrari si è accolti dalla ricostruzione di un muretto box.

Visita ai Musei della Ferrari

Qui si evince come la telemetria abbia rivoluzionato la gestione di una corsa, spostando ed ampliando le funzioni di monitoraggio parametri di alcuni strumenti prima presenti sull’auto, dal pilota al suo team e rendendo necessarie molte competenze specifiche alle spalle dell’auto e del suo pilota.

Visita ai Musei della Ferrari

Il muretto box mi ha fatto ricordare la sala controllo delle missioni lunari vista presso il Kennedy Space Center. Si è poi introdotti in una stanza dedicata alla Formula 1. Vi si trova una carrellata di Ferrari Formula 1 dagli anni ’40 al 2011, arricchite da spiegazioni e curiosità sull’evoluzione di singoli dettagli quali il perché l’alettone posteriore o piuttosto quello anteriore abbiano una certa forma e perché siano stati studiati per deviare l’aria e farla arrivare sulle ruote in una certa maniera.

Visita ai Musei della Ferrari

Soluzioni tecniche e curiosità

Continuando la visita troviamo la prima auto 4×4 pensata e realizzata da Mauro Forghieri: fa quasi sorridere la soluzione tecnica di un motore non in asse con la vettura per permettere il passaggio dell’albero di trasmissione mantenendo comunque il baricentro basso.

Visita ai Musei della Ferrari

Se penso che oggi il 4×4 sta diventando di moda su tutti i tipi di vettura, anche quelli che proprio non ne avrebbero bisogno e che questo ingegnere realizzò questo modello nel 1987… ecco cosa vuol dire essere un precursore.

Visita ai Musei della Ferrari

Curiosità: Forghieri avrebbe voluto dedicarsi agli aerei ma fu introdotto in Ferrari quasi “per caso” e fu il primo ad introdurre gli alettoni nelle auto da Formula 1, cambiandone per sempre l’aspetto.

Matteo Monticone in Visita ai Musei della Ferrari

La sala trofei della Ferrari

La visita ai Musei della Ferrari prosegue e si entra nella “sala dei trofei”. Non si può non restare emozionati ed un po’ estasiati. Senza voler sembrare blasfemo è un po’ come entrare in un tempio, si respira un’atmosfera che ha del sacro: centinaia, forse migliaia di uomini e di teste hanno affrontato e vinto sfide contro le forze della natura, contro i limiti delle macchine e contro altrettanti avversari per conquistare queste vittorie, passandosi da una generazione all’altra il più prezioso dei testimoni: la conoscenza e l’esperienza. Ovviamente i trofei sono accompagnati dalle F1 che li hanno vinti.

Matteo Monticone in Visita ai Musei della Ferrari

I trofei erano talmente tanti che nella fotocamera del cellulare non stavano tutti!!!

Visita ai Musei della Ferrari

La spiegazione che ho trovato più affascinante è certamente quella che riguarda il Kers: il sistema di recupero dell’energia cinetica in frenata. Ne avevo già sentito parlare tante volte ma vedermelo di fronte mi ha finalmente fatto capire come funziona questo sistema che, dalla F1, sta ormai approdando anche sulle vetture di serie.

Visita ai Musei della Ferrari

La sala che più mi è piaciuta è la sala delle one-off ovvero una sala dove sono riportati le copie di alcune Ferrari che, persone decisamente facoltose anche per la media della clientela Ferrari, si sono fatte costruire e personalizzare con modifiche anche strutturali: praticamente si parte da un modello in commercio e se ne costruisce un altro che sarà appunto un “modello unico”. Se possedere una Ferrari pensate non basti a distinguervi… avete bisogno di una One-Off!

Visita ai Musei della Ferrari

Conclusa la visita non abbiamo resistito a farci immortalare a bordo di una California (alla modica cifra di 20 €, non proprio low cost!) e poi, via a pranzo.

Visita ai Musei della Ferrari

Un pranzo veloce, economico ma buonissimo che abbiamo gustato particolarmente grazie alla foto a bordo della ferrari California.

Visita ai Musei della Ferrari

Il Museo Enzo Ferrari

Dopo pranzo destinazione Modena, la visita ai Musei della Ferrari non è completa senza quella al Museo Enzo Ferrari. E’ la prima officina di Enzo che è stata riadattata a Museo Motori, in fianco alla casa natale è stato costruito un enorme padiglione nel quale si può ripercorrere la storia del marchio attraverso tanti modelli “stradali”. Molto interessante.

Visita ai Musei della Ferrari

Questa è stata la mia visita ai Musei della Ferrari. Mi sono piaciuti moltissimo e consiglio questa visita a tutti i ragazzi e a tutte le persone che hanno un debole per i motori e per tutte queste auto sportive di lusso.

Visita ai Musei della Ferrari

Per finire in bellezza la giornata siamo andati a visitare il Duomo di Modena. In realtà mi ha obbligato mio padre dicendomi che, dal momento che eravamo così vicini, sarebbe stato un peccato non andare a vedere il centro storico di questa città.

Visita ai Musei della Ferrari

Consigli utili per la visita ai Musei Ferrari:

  • l’ingresso ai due Musei della Ferrari costa euro 26 per gli adulti ed è a data aperta,
  • ha uno sconto di euro 4 rispetto all’acquisto dei due musei separati,
  • i due musei sono a 20 km di distanza,
  • si possono fare molte attività accessorie: tour in fabbrica e pista, simulatori, cambi gomme a prezzi non proprio low cost.

Vi è piaciuto il mio post? Fatemelo sapere nei commenti, chissà che non mi faccia di nuovo ospitare dalla zia per raccontarvi qualche nuova esperienza!

Matteo Monticone in Visita ai Musei della Ferrari



 

Info su Liliana Monticone

E-commerce per lavoro su www.avalonrelax.it e Family Travel Blogger per passione su www.blog.lilianamonticone.com
Questa voce è stata pubblicata in Emilia Romagna, Italia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento